Strict Standards: Redefining already defined constructor for class wpdb in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/wp-db.php on line 52

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/cache.php on line 36

Strict Standards: Redefining already defined constructor for class WP_Object_Cache in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/cache.php on line 389

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_Page::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 537

Strict Standards: Declaration of Walker_PageDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 556

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_lvl() should be compatible with Walker::start_lvl($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_lvl() should be compatible with Walker::end_lvl($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_Category::end_el() should be compatible with Walker::end_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 653

Strict Standards: Declaration of Walker_CategoryDropdown::start_el() should be compatible with Walker::start_el($output) in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/classes.php on line 678

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/query.php on line 21

Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/theme.php on line 507
Elio de Angelis 11 » 1985- Estoril- Il primo sigillo in carriera - Ayrton Senna
Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 446

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 510

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/kses.php on line 511

Elio de Angelis 11

8 February 2009

1985- Estoril- Il primo sigillo in carriera - Ayrton Senna

Filed under: La F1 negli anni di Elio de Angelis — admin @ 1:23 pm

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /membri2/eliodeangelis11/wp-includes/formatting.php on line 74

Si ringrazia  “Giò66″ autore dell’articolo

Fonte f1forums.net

 

  • GP Portogallo Estoril 1985

Quello del Portogallo è il secondo GP stagionale e si corre il 21 aprile, due settimane dopo l’apertura del mondiale a Rio.
La McLaren-TAG è sempre la vettura da battere, senza un problema elettronico occorso a Lauda il GP del Brasile avrebbe visto entrambi i piloti di Dennis in vetta alla classifica ma la Ferrari sembra più vicina rispetto alla stagione 1984.

Un appassionato deluso dal GP d’apertura (che ha avuto 3 leader diversi) scrive ad Autosprint: “I GP attuali non mi piacciono perchè le posizioni si acquisiscono già ai primi giri di gara, non appena si è formato il serpentone. Per vedere dei cambiamenti nella classifica bisogna aspettare i ritiri o qualche errore di guida, altrimenti che noia! Si arriverà, probabilmente, a istituire una corsia per macchine più lente che non intralcino i sorpassi. Sono preistoria i tempi in cui Rindt e Brabham si giocarono un GP a Monaco all’ultima curva e le imprese di Villeneuve impegnato negli epici duelli con Arnoux e Pironi.
Oggi esiste un decalogo: porta in giro il tuo cartellone pubblicitario il più a lungo possibile, non spiattellare le gomme, attento perchè la benzina potrebbe non bastare, riporta ai box la macchina integra, i freni si potrebbero anche consumare.
La F1 ormai ci riserva solo noia. Ora ci si mette in fila e si aspetta un posto al sole aspettando che quello davanti rompa il motore.”

Chissà se guarda ancora la F1…

Nella pausa tra i due GP arriva la notizia delle dimissioni di Arnoux dalla Ferrari. Ufficialmente si parla di un problema fisico ad una gamba che il grenoblese si trascinerebbe fin dall’estate dell’84 ma ben presto risulta chiaro che si tratta di un licenziamento in tronco dovuto, si dice, a questioni extra-sportive. Al suo posto si presenta ad Estoril lo svedese 28enne Stefan Johansson, campione britannico di F3 nel 1980 con qualche esperienza da “tappabuchi” in F1, ora in forza alla Tyrrell. Il suo miglior risultato in carriera è il 4° posto (staccato di 2 giri) ottenuto a Monza l’anno prima quando ha sostituito Senna sulla Toleman. Si dice che la scelta sia caduta su di lui dopo la coriacea resistenza contro Lauda mostrata proprio all’Estoril pochi mesi prima, in realtà è appoggiato dalla Marlboro.
Il sedile della Tyrrell #4 viene occupato dal rientrante tedesco Stefan Bellof.
Fa il suo debutto una nuova scuderia tedesca, la Zakspeed di Erich Zakowski, famoso preparatore dei potenti motori Ford per le Capri e le Escort che partecipano all’Euro-turismo. La monoposto, disegnata da Paul Brown e Chris Murphy, monta un motore 4 cilindri in linea sovralimentato autocostruito ed è sponsorizzata dalla West. Il pilota è il meccanico dentista Jonathan Palmer. La Zakspeed parteciperà solo ai GP europei.
Manca sempre la Toleman che non ha ancora raggiunto un accordo per la fornitura delle gomme e non ha ancora messo nessun pilota sotto contratto.

Le qualifiche del venerdì sono dominate dalle Lotus-Renault con Senna che gira in 1’21”708 e precede De Angelis di 0.6”. Tutti gli altri hanno distacchi dai 2” in su: Lauda, Alboreto, Prost, Patrese, Warwick e De Cesaris con la prima vettura gommata Pirelli. La prestazione straordinaria delle vetture nero-oro è dovuta soprattutto alle nuove gomme da qualifica siglate “E” portate dalla Goodyear gomme che solo le vetture di Ducarouge, grazie alla geometria delle sospensioni, sono in grado di far lavorare alla temperatura ottimale. Johansson è 12°, Piquet 13°, Tambay con la seconda Renault è 14°. I piloti Williams si complicano la vita da soli con Rosberg che entra in collisione con Berger e Mansell coinvolgendo anche Patrese e Cheever. Mansell riesce poi a girare col muletto ottenendo il 16° tempo mentre Keke deve saltare la sessione cronometrata.

Nelle libere del sabato la musica non cambia e la seconda sessione di qualifica conferma il dominio Lotus ma quando De Angelis ha i migliori tempi intermedi il suo motore esplode negandogli la pole position. Le Ferrari denunciano gravi problemi di aderenza e cercano di rimediare aumentando l’incidenza delle ali col risultato di essere molto penalizzate sul dritto: Alboreto viene cronometrato a 304 kmh contro i 329 di Piquet.
E’ così Ayrton Senna, al suo 16° GP, a conquistare la prima pole in carriera davanti alla McLaren-TAG di Prost (+0”413). Seguono Rosberg su Williams-Honda (+0”897), De Angelis (+1”152), Alboreto su Ferrari (+1”550), Warwick su Renault (+2”077), Lauda su McLaren-TAG (+2”281), De Cesaris (primo tra i gommati Pirelli) su Ligier-Renault (+2”295), Mansell su Williams-Honda (+2”587), Piquet su Brabham-BMW gommata Pirelli (+2”611), Johansson su Ferrari (+2”645). Tra gli aspirati il migliore è Bellof su Tyrrell-Ford (21° a 6”277) davanti al compagno Brundle (22° a 6”595) e alla Minardi di Martini (25° a 7”589). Chiude lo schieramento Ghinzani con l’Osella-Alfa Romeo col 26° tempo a 9”848. Palmer porta la debuttante Zakspeed al 23° posto a 7”159

Prost ottiene il miglior tempo nel warm-up mettendosi alle spalle De Angelis, Johansson, Alboreto (le Ferrari sembrano aver risolto i problemi di grip), Lauda e Rosberg. Senna è solo 7° perché rompe il cambio a pochi giri dalla fine della sessione e si deve così provvedere alla sostituzione.

______________________________________________________

Senna: “L’anno scorso ero terzo sulla griglia e sono arrivato alla fine in terza posizione con la Toleman. Quest’anno parto in pole position e se tanto mi da tanto…”

Prost: “In prima fila si sta bene. Mi è accanto Senna che però non mi fa paura perchè credo che il suo motore sia inferiore al mio. Son contento che Ferrari e Williams siano dietro a noi perché sono due vetture con turbo potentissimi e molto veloci in rettilineo.”

Alboreto: “Sono deluso. Ho solo il quinto tempo e quello che mi preoccupa di più è il fatto di non avere idee chiare sui guai d’assetto che abbiamo avuto in prova. Credo che il nuovo asfalto dell’Estoril abbia creato confusione nei parametri che avevamo preso nelle prove di gennaio”.

De Angelis: “Avrei conquistato sicuramente la pole position se non fosse calata la pressione del turbo proprio al termine del giro buono di qualificazione. La Lotus ha fatto progressi enormi da Rio.”

Lauda: “Si prospetta una gara interessante. Il settimo tempo non mi ha soddisfatto e quindi imposterò la corsa sull’attacco. Tra parentesi, il secondo posto ottenuto qui l’anno scorso non mi basterebbe. Voglio vincere.”

Rosberg: “E’ la potenza che manca alla Williams. Non siamo ai livelli né di TAG-Porsche, né di Ferrari. Rispetto a Rio, comunque, ho notato dei progressi enormi nella vettura, tanto che nei rilevamenti parziali la Williams è tra le più veloci in curva. Dovrei disputare una buona gara.”

_______________________________________________________________

Mezz’ora prima della partenza comincia a piovere su Estoril facendo sballare tutti i conti ai gommisti e agli ingegneri di macchina che devono rifare gli assetti in fretta e furia. La pioggia smette di cadere poco prima del via ma l’asfalto è comunque bagnato ed insidioso. Ne fanno le spese Mansell e Martini (emulo dello zio Giancarlo) che escono di pista nel giro di formazione, tornano ai box per un controllo e sono quindi costretti a partire dalla pit-lane assieme a Cheever la cui Alfa non ne vuole sapere di mettersi in moto per il giro di ricognizione e deve salire sul muletto.

Al via Rosberg fa spegnere il motore e viene evitato da tutti tranne Palmer che pizzica una gomma e rientra lentamente ai box per la sostituzione. Senna prende il comando della corsa seguito da De Angelis, Prost, Alboreto, Warwick, Lauda, De Cesaris, Tambay e Piquet. Rosberg riesce a partire a spinta, alla terza curva va in testacoda e poi riparte di nuovo.

  • - Alla fine del primo giro Senna transita in testa con 2.6” su De Angelis, 4.1” su Prost e 5.4“ su Alboreto.
  • - Al 2° giro ricomincia a cadere una pioggia finissima e fastidiosa, De Angelis (1’46”259) recupera 0.08” su Senna mentre Prost e Alboreto perdono altri 2”. Palmer si ritira con una sospensione rotta.
  • - 3° giro. Senna incrementa il suo vantaggio facendo segnare il giro più veloce in 1’44”692, guadagna 0.8” su De Angelis, 2” su Prost e 3” su Alboreto. Lauda sorpassa Warwick e si porta al 5° posto. Piquet, in nona posizione, è in evidente difficoltà con le gomme e fatica a contenere il più veloce Johansson e Patrese con l’Alfa. Hesnault e Alliot concludono il GP contro i guardrail portoghesi.
  • - Alla conclusione del 4° giro Johansson affianca Piquet e lo supera sul traguardo ma la maggior potenza del turbo BMW consente al pilota di Rio di mantenere la posizione in fondo al lungo rettilineo principale. Subito dopo, al 1° tornante, Patrese tenta un attacco decisamente frettoloso quanto ottimistico a Johansson con risultati catastrofici: entrambe le vetture vanno in testacoda e Patrese si deve ritirare. Alle spalle del terzetto in lotta per la nona piazza c’è un’altra battaglia tra Winkelhock e Bellof il quale ha avuto un’ottima partenza e si trova in 14ma posizione. Il tedesco cerca di superare la RAM del connazionale ma le due vetture vengono a contatto e si agganciano andando a sbattere contro il guardrail all’esterno della Parabolica. La RAM è girata in senso contrario a quello di marcia e Winkelhock pensa bene di disincastrarsi di prepotenza calpestando e distruggendo l’ala anteriore destra della Tyrrell. Entrambi possono ripartire ma a caro prezzo: Bellof perde 30” e scende in 19ma posizione, Winkelhock perde quasi 2’ ai box ed è 21° ossia penultimo davanti al solo Rosberg. Senna, intanto, migliora il proprio tempo (1’44”621) e guadagna 1.3” su De Angelis, 1.4” su Prost e 1.1” su Alboreto.
  • - Al 5° giro Senna migliora ancora il suo tempo (1’44”242) staccando De Angelis di 1.7”, Prost di 1.4” mentre Alboreto fa segnare il suo giro più veloce assoluto, perde solo 0.6” e si avvicina a Prost. La pioggia è diminuita e la pista tende ad asciugarsi ma i piloti gommati Pirelli sono sempre più in difficoltà: De Cesaris cede la settima piazza a Tambay e Piquet viene scavalcato da Boutsen, Berger e Cheever, quest’ultimo autore di una splendida rimonta dopo essere partito per ultimo col muletto seguito da Mansell.
  • - Senna continua con il suo ritmo irresistibile (1’44”562) e al 6° giro incrementa il proprio vantaggio su De Angelis e Prost di 1.5”, mentre Alboreto perde solo 1” e si avvicina ulteriormente a Prost.
  • - Prost risponde immediatamente ad Alboreto e al 7° giro è il più veloce di tutti (1’44”963) recuperando 0.1” su Senna e 0.4” sui due italiani.
  • - All’8° giro Prost si conferma il più veloce in pista in 1’44”901 (miglior tempo assoluto per il francese) e recupera 1.3” su Senna, 2” su De Angelis e 0.3” su Alboreto.
  • - Il milanese della Ferrari non si dà per vinto e gira in 1’45”302 al 9° passaggio spingendo Prost e concludendo l’inseguimento a De Angelis che ora è braccato da entrambi. Senna perde 0.5”.
  • - De Angelis è nettamente più lento degli inseguitori. La gomma anteriore destra della Lotus comincia a perdere pressione ma il romano riesce a contenere gli attacchi. Questo avvantaggia Senna che torna ad essere il più veloce in pista in 1’45”617 (la pioggia aumenta di intensità) e guadagna 2.7” su chi lo segue. Dopo 10 giri il brasiliano ha 12.9” su De Angelis, 13.1” su Prost, 14.7” su Alboreto, 30.9” su Lauda, 35.6” su Warwick, 39.5” su Tambay, 1’08” su Cheever, 1’12” su Mansell e 1’16” su Berger. Seguono Boutsen, Johansson, Brundle, De Cesaris, Bellof, Piquet, Laffite, Ghinzani, Baldi, Rosberg, Winkelhock e Martini.
  • - Johansson è il più veloce in pista nell’11° giro con 1’46”297. Senna guadagna ancora 0.4” su De Angelis e 0.2” su Prost mentre Alboreto si stacca di 1.2”. Le ultime 7 posizioni della classifica sono tutte occupate da vetture gommate Pirelli (tranne Keke), tutte doppiate.
  • - Non contento, il paulista spinge ancora e al 12° passaggio gira in 1’45”574 infliggendo 1.7” a De Angelis, sempre più pressato da Prost, mentre Alboreto perde oltre 5” in un giro a causa di un doppiaggio difficile. La pioggia si fa sempre più intensa e le vetture ora sollevano grandi nubi d’acqua anche nelle parti più lente del tracciato.
  • - Senna gira in 1’44”978 al 13° passaggio ma guadagna solo 0.2” su De Angelis che riprende un buon margine su Prost e fa segnare il suo giro più veloce. Il francese della McLaren perde 1” dal romano e Alboreto torna a girare in tempi simili a chi lo precede.
  • - 14° giro. Prost riprende a spingere, gira in 1’45”099 e recupera il secondo perso in precedenza a De Angelis il quale deve ricominciare a difendersi dagli attacchi della McLaren #2.
  • - Al 15° giro, nonostante la pioggia ormai cada copiosamente, Senna riesce a staccare il giro più veloce della gara in 1’44”121, guadagnando 1.9” su De Angelis, 1.8” su Prost (il secondo più veloce in pista in questa tornata con 1’45”898) e su Alboreto. Ora Senna ha 17.5” su De Angelis, 17.6” su Prost, 23.5” su Alboreto, 48.2” su Lauda e 49.7” su Tambay che ha passato Warwick. Seguono Cheever, Mansell, Johansson, Boutsen, Brundle, Bellof, Piquet, Rosberg, De Cesaris, Laffite, Ghinzani, Winkelhock e Baldi. Berger e Martini si ritirano dopo essere usciti di pista.
  • - Al 16° giro Tambay raggiunge e supera Lauda mentre Mansell riesce a superare Cheever. In questo giro Alboreto fa segnare 1’45”540 e rosicchia 1.1” a Prost e De Angelis.
  • - Debacle completa per la Pirelli. Piquet si ferma per sostituire le gomme posteriori. Johansson rovina la sua bella rimonta uscendo di pista nel tentativo di evitare Winkelhock in testacoda. Lo svedese si ferma ai box per sostituire il musetto danneggiato, riesce a ripartire dopo 4 minuti in 16ma posizione. Senna continua a spingere con 1’45”068 appioppando 2.2” a De Angelis e Prost. Alboreto approfitta del duello tra chi li precede e rosicchia 0.4”.
  • - Ancora 1’45”453 per Senna al 18° giro, con un incremento ulteriore di 1.5” sugli inseguitori.
  • - Senna è un martello, 1’45”437 al 19° passaggio, e mette in cascina altri 4.9” grazie al fatto che De Angelis e Prost se la devono vedere col doppiaggio di Bellof, quest’ultimo sempre alla guida di una Tyrrell con l’ala anteriore destra rotta. Warwick supera Lauda e si porta al 6° posto.
  • - Al 20° giro Rosberg, più volte doppiato e in crisi con l’elettronica del suo motore, si gira all’uscita della Parabolica picchiando duro contro il guardrail. La Williams rimbalza in pista in piena traiettoria e viene miracolosamente evitata da tutti nonostante i commissari impieghino almeno 6 minuti per toglierla dalla pista. Nell’incidente Rosberg riporta una ferita ad una mano che viene suturata con 3 punti. Laffite rientra ai box e si ritira senza alcun problema tecnico, semplicemente dice che c’è troppa acqua in pista, che la situazione è troppo pericolosa e, secondo lui, bisognerebbe sospendere la corsa. Senna sembra invece non accorgersene e gira in 1’44”932 guadagnando 4.2” su De Angelis, 4.8” su Prost e 6.6” su Alboreto. Meglio di loro fa Tambay che perde “solo” 3”. Senna ha ora 30.6” su De Angelis, 31.4” su Prost, 36.8” su Alboreto, 1’ su Tambay, 1’16 su Warwick, 1’20” su Lauda e 1’46” su Mansell. Seguono, doppiati, Cheever, Brundle, Bellof, Boutsen, Ghinzani, Piquet, De Cesaris, Johansson, Winkelhock e Baldi.
  • - Prost “punta” De Angelis da tutte le parti, sembra più veloce nel misto ma la Lotus ha una velocità di punta nettamente più elevata e il romano ricorda un po’ il Gilles di Jarama ’81. Warwick si ferma ai box per una foratura, probabilmente causata da una toccata, perde oltre 1’ e riparte in decima posizione. Senna rallenta il ritmo in 1’46”914 ma non perde nei confronti di De Angelis. Alboreto è invece il migliore in questo 21° giro (1’45”641) e recupera 0.8” a Prost.
  • - 22° giro. Senna rallenta vistosamente, gira in 1’53”427 e perde 6” in un solo passaggio, probabilmente a causa di un errore. Alboreto rosicchia ancora 1.4” a Prost, sempre all’attacco di De Angelis che non ripete più i tempi di inizio gara perché la sua gomma anteriore sinistra continua lentamente a perdere pressione.
  • - La Lotus #12 torna ad essere la macchina più veloce in pista al 23° giro (1’46”699) e “restituisce” 3” a De Angelis mentre Alboreto prosegue la sua opera di riavvicinamento recuperando di nuovo 1.4” a Prost ed è ormai a ridosso del francese. Piquet cambia di nuovo le gomme.
  • - Prost rallenta leggermente al 24° giro perdendo 0.6” da De Angelis, che può prendere un po’ il fiato, e 0.3” da Alboreto che ora gli è in scia.
  • - Quando passa sul traguardo per concludere il 25° giro la Lotus di De Angelis, in procinto di doppiare per l’ennesima volta Ghinzani, va in aquaplaning ma il romano è bravissimo a mantenere il controllo della monoposto. I tempi si alzano sensibilmente: Senna è sempre il più veloce in 1’47”391 e guadagna ancora 2.3” sul compagno di squadra. Il secondo più veloce in pista in questo momento è Mansell in 1’49”027. Senna guida la corsa con 30.3” su De Angelis, 30.9” su Prost, 32.4” su Alboreto, 1’09” su Tambay e 1’41” su Lauda. Seguono Mansell, Cheever, Bellof, Warwick, Boutsen e poi, staccatissimi, Ghinzani Johansson, De Cesaris, Piquet, Winkelhock.
  • - Stretto tra i due italiani, Prost commette qualche errore consentendo ad Alboreto di attaccarlo nel corso del 26° giro ma poi si riprende e si rimette alla caccia di De Angelis.
  • - Al 27° giro Prost è il più veloce in pista con 1’46”702 e raggiunge di nuovo il romano mentre Alboreto perde leggermente terreno. Senna rallenta e perde 1.5” rispetto al pilota della McLaren.
  • - Al 28° giro si ricompatta il terzetto alle spalle di Senna che ritorna ad essere il più veloce in pista con 1’47”342 contro l’1’48”630 di Tambay. Piquet effettua l’ennesimo quanto inutile cambio gomme e Boutsen si ritira per un problema elettrico.
  • - 29° giro. Piove sempre di più, Baldi perde il controllo in frenata e la sua Spirit sbatte violentemente contro il guardrail: era staccato di 10 giri. De Cesaris si ritira a causa delle Pirelli inadeguate.
  • - Alla conclusione del 30° giro Senna ha 37.3” su De Angelis, 38.1” su Prost, 42.9” su Alboreto che ha avuto problemi di doppiaggio e 1’22” su Tambay: solo 5 piloti a pieni giri. Seguono, doppiati, Lauda, Mansell, Cheever, Bellof e Warwick. I rimanenti Ghinzani, Johansson e Winkelhock sono ormai dati per dispersi. Piquet decide che ne ha abbastanza e si ritira.
  • - Appena passato il traguardo del 30° giro Prost va in aquaplaning in pieno rettilineo, perde il controllo della vettura e va a sbattere fortunatamente piano contro il guardrail rovinando comunque il posteriore della sua McLaren. Per il vicecampione del mondo è il ritiro. I tempi si alzano notevolmente: il più veloce in pista al 31° giro è Bellof in 1’50”538 seguito da De Angelis con 1’51”510 e da Senna con 1’51”757.
  • - Col ritiro del leader del mondiale la gara sembra perdere interesse. Senna è pressoché irraggiungibile, Alboreto ha alzato il piede ed è ad oltre 10” da De Angelis e si prospetta una doppietta per la Lotus-Renault.
  • - 33° giro. Alboreto riaccelera (1’49”745) e recupera 1” a De Angelis.
  • - 34° giro. Il milanese recupera altri 2.4”.
  • - 35° giro. Ancora 1” rosicchiato, De Angelis è in difficoltà anche nei confronti di Tambay che gli guadagna 4.5”. Senna ha ora 47.2” sul compagno di squadra, 53.2” su Alboreto e 1’25” su Tambay. A un giro seguono Lauda, Mansell, Bellof, Cheever, Warwick, Johansson, Ghinzani e Winkelhock.
  • - 36° giro. Alboreto forza l’andatura, recupera altri 2.8” e “mette nel mirino” De Angelis. Bellof ha ridotto il suo distacco da Mansell a soli 7”.
  • - Al 37° giro Cheever si ferma ai box e si ritira per la rottura di una candela.
  • - 38° giro. Alboreto sempre più vicino a De Angelis. Ora è a soli 2”.
  • - 39° giro. Warwick è il più veloce in pista con 1’48”139 ma è staccato da Bellof di oltre 40”.
  • - 40° giro Dopo un periodo di relativo rilassamento, Senna ricomincia a girare veloce (1’47”828) pur non avendone bisogno. Ha infatti un vantaggio di 52.2” su De Angelis, 54.2” su Alboreto e 1’30” su Tambay.
  • - Al 41° giro è Mansell a far segnare un ottimo tempo (1’47”429) e, soprattutto a recuperare ben 6.8” a Lauda che è in difficoltà con i dischi in carbonio che non vanno in temperatura. Ora il campione del mondo ha solo 6.4” di vantaggio sulla Williams #5.
  • - Dopo qualche giro “di studio”, Alboreto si prepara ad attaccare De Angelis per il 2° posto mentre Mansell recupera altri 3.7” a Lauda.
  • - All’inizio del 43° giro Alboreto affianca De Angelis sul rettilineo del traguardo e lo supera alla staccata della prima curva. Nel tentativo disperato di tenere il passo della Ferrari il romano, in evidente difficoltà, arriva lungo al primo tornante ma riesce a controllare la sua Lotus sull’erba con una magistrale sbandata controllata degna di un rallysta. Senna riaccelera immediatamente e fa segnare 1’47”092.
  • - Alboreto, con la pista libera, ottiene un ottimo 1’46”704 e, in soli 2 giri, stacca De Angelis di 8”.
  • - Al 45° giro Mansell supera Lauda e si porta al 5° posto.
  • - Ancora un giro e l’austriaco deve cedere anche la sesta posizione a Bellof che è a soli 6” da Mansell.
  • - Al 47° giro Senna fa segnare 1’47”030 e porta il suo vantaggio su Alboreto a oltre 1’.
  • - Incredibilmente, nei 3 giri successivi, Senna si rimette a tirare, forse per non perdere la concentrazione, e migliora continuamente i propri tempi fino a far segnare 1’45”245 al 50° passaggio. Ora il brasiliano ha 1’06” su Alboreto e 1’34” su De Angelis. Il romano ora deve guardarsi dalla rimonta di Tambay che gli recupera circa 3” al giro. Alle spalle del francese non c’è più Lauda che si è ritirato col motore rotto, bensì Mansell che ha solo 4” su Bellof. Segue Warwick a 35”.
  • - Tambay capisce che De Angelis è in grave difficoltà con la gomma che si sgonfia (non scende più sotto l’1’50”) e, pungolato dai box, fa segnare il suo giro più veloce in 1’46”290 al 52° passaggio.
  • - I duelli non si esauriscono. Al 54° giro Bellof è a soli 1.4” da Mansell ed entrambi perdono circa 4” al giro nei confronti di Warwick.
  • - I problemi di De Angelis si fanno sempre più importanti, tanto che Tambay lo raggiunge e lo supera di slancio al 60° giro. Senna ha ora 1’17” su Alboreto, unico pilota non doppiato. Dietro a Tambay e De Angelis continua la lotta a distanza tra Mansell, Bellof e Warwick.
  • - Mansell e soprattutto Warwick danno fondo alle ultime risorse, entrambi fanno segnare il loro giro più veloce nel finale di gara: 1’46”697 per Mansell e 1’45”985 per Warwick. Il pilota della Renault non riesce però a raggiungere Bellof e così la classifica non subisce più variazioni.
  • - Quando il direttore di corsa Amedèe Pavesi abbassa la bandiera a scacchi allo scadere delle 2 ore, si rischia la tragedia. Il team Lotus al completo ha invaso la pista e Senna rallenta per salutarli ma alle sue spalle giunge velocissimo Mansell seguito da Bellof. L’inglese si butta sulla destra per superare Senna ma si trova davanti i meccanici della Lotus, allora scarta bruscamente a sinistra, rischia di tamponare Senna e poi riesce ad evitare di un soffio l’impatto contro il guardrail. Senna si slaccia le cinture di sicurezza e percorre tutto il giro di rientro alzandosi dal sedile, quasi volesse uscire dall’abitacolo.

Vince Senna con 1’03” su Alboreto, 1 giro su Tambay e De Angelis, 2 giri su Mansell, Bellof e Warwick (questi ultimi 3 divisi da 7.6”). Vengono classificati anche Johansson a 5 giri e Ghinzani a 6.
Alboreto guida la classifica iridata con 12 punti, 19 anni dopo Lorenzo Bandini.
Per la Lotus si tratta della prima vittoria del dopo-Chapman ed interrompe la sequenza di otto vittorie consecutive della McLaren.

________________________________________________________________

Senna: “Avevo programmato una vittoria quest’anno ma non speravo arrivasse così presto. In questo modo mi rimane il tempo per vincere altri GP. Le condizioni erano terribili, non si vedeva nulla e si rischiava ad ogni metro di uscire di pista per aquaplaning. A mio parere è stato più pericoloso 10 volte qui che a Montecarlo, non capisco come non abbiano interrotto la gara. Basta pensare che il rettilineo lo facevo in quarta anziché in quinta.”

Alboreto: “Sono stanco morto, è stato molto faticoso guidare sotto questa pioggia, inoltre dovevo continuamente regolare barre, ripartitore di frenata, ecc. La visibilità era nulla, tanta tanta fatica, ma alla fine il secondo posto mi va bene anche perché sono in testa al mondiale. Non comprendo come non abbiano interrotto la gara prima dello scadere delle due ore.”

Prost: “Impossibile guidare in queste condizioni. Una pozzanghera d’acqua mi ha mandato in testacoda e non c’è stato nulla da fare”.

Piquet: “Non abbiamo fatto test con le Pirelli da pioggia, era difficile stare in pista perché le gomme non scaricavano l’acqua.”

Patrese: “Mi sono toccato con Johansson, mi spiace per lui, avevo visto un varco e credevo di passare, invece ci siamo toccati, la mia corsa è finita quasi subito. Meno male che lui ha potuto proseguire.”

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Powered by WordPress